Perché celebrare il funerale

Perché è importante celebrare il funerale

Oggi molte persone desiderano vivere la cerimonia funebre in modo discreto e riservato, proteggendo così l'intimità del proprio dolore o rispettando il desiderio del defunto. 'Non voglio una cerimonia speciale, voglio una cosa semplice'.

Questo però non significa che non si possa dire addio alla persona amata con una cerimonia solenne, raffinata, semplice e informale allo stesso tempo.

I funerali non sono per i morti ma per coloro che rimangono

Abbiamo tutti bisogno di dire addio, di salutare i nostri cari e di stringerci nel dolore insieme ad amici e parenti. Abbiamo bisogno di dare e di ricevere sostegno, ma soprattutto abbiamo bisogno di un momento, seppur semplice, per elaborare la nostra perdita.

Sia che il rito funebre sia religioso o meno dobbiamo ricordarci che non serve al defunto, anche se è a lui dedicato, ma è soprattutto per chi resta. Il funerale viene celebrato per tutte quelle persone che il defunto conosceva, amava e con cui aveva un legame. E non c'è un motivo più valido e semplice di questo per voler esprimere cordoglio e vicinanza.

Alcune persone si lasciano fuorviare dalla parola 'funerale' perdendo di vista il suo significato più profondo e sincero, quello dell'ultimo saluto. Non dobbiamo quindi per forza chiamarlo 'funerale', ognuno può riconoscere questo momento come un incontro, un omaggio, una cerimonia, un commiato, un addio o qualsiasi cosa per voi sia importante e abbia valore.

Il funerale è cordoglio

Il funerale è principalmente cordoglio, letteralmente il dolore del cuore, ed è molto importante vivere questo dolore così da riuscire a comprendere che la morte fa parte della vita e permetterci di superare questo trauma.

L'opinione degli esperti e degli psicologi in proposito è molto chiara: partecipare a un funerale aiuta a elaborare il lutto e ad evitare che il dolore si tramuti in shock. Il funerale è un passo importante da affrontare, proprio perché essendo reale ci aiuta a prendere consapevolezza dell'accaduto.

Dobbiamo riuscire non solo a provare dolore, ma anche ad esprimerlo, condividerlo e liberarcene così da sfogarci e rendere più accettabile e comprensibile il trauma che si sta vivendo. Sono proprio questi i primi passi per affrontare una perdita nel modo migliore. Abbiamo tutti bisogno di piangere la persona amata.

Il funerale: un aiuto concreto

Il funerale è il momento giusto per stare vicino alle persone più care, dimostrarsi vicini e disponili nei confronti di chi soffre, essere di supporto e d'incoraggiamento oltre che rendere omaggio al defunto raccontando storie e vicende passate.

 

 

È durante questi periodi più cupi che chi ha perso una persona amata può aver bisogno di una leggera spinta nella direzione giusta per evitare di estraniarsi dalla realtà e di isolarsi. Proprio grazie ad aiuti concreti e attenzioni di amici e familiari, molte persone rimaste vedove sono riuscite a superare i primi mesi di depressione e solitudine e a ricominciare, attribuendo alla loro vita un nuovo significato.