Cosa NON dire in caso di lutto

Il lutto di una persona cara, soprattutto se improvviso, porta con sé una forma di profondo dolore e purtroppo non esistono gesti speciali da compiere o specifiche parole di conforto per poter alleviare la sofferenza altrui.

Quando un nostro amico o un parente viene colpito da una perdita, chi gli sta vicino vorrebbe trovare il modo di confortarlo e di sostenerlo in un momento così penoso.

Almeno per il primo periodo, evitate di distrarlo e di cercare di tirar su il morale, non funzionerebbe e non è assolutamente funzionale poiché la persona è immersa in un’emozione struggente. Le emozioni, anche quelle più dolorse, vanno vissute a pieno prima di essere elaborate. In questi casi il presente è l’unico tempo a cui si riesce a pensare, non parlate di futuro. Questo genere di sofferenza necessità di tempo.

Anche se le nostre intenzioni sono buone è piuttosto facile dire frasi che involontariamente possono suonare sgradite. Molte persone in queste situazioni si bloccano e non sanno cosa dire, optando poi per frasi fatte davvero fredde e distaccate.

Per evitare queste situazioni noi dello staff delle Onoranze Funebri Azzurro abbiamo raccolto una serie di frasi da NON DIRE,  anche se la maggior parte delle persone esprime motivata da intenzioni assolutamente positive.

Perciò meglio evitare le seguenti frasi:

“So come ti senti….”

“Vedrai ne uscirai….”

“Vedrai che con il tempo ogni cosa tornerà a posto.”

“Sono sconfortato… ma la vita va avanti, vedrai che ti riprenderai.”

“Sei una persona forte e saprai superare anche questa.”

“Non ci pensare tutto il tempo..vedrai che passerà. “

“Vedrai andrà tutto bene”

“dai su… cerca di tirarti su di morale… stasera usciamo, cosi ti distrai un po”

L’obbiettivo di queste frasi è quello di cercare di consolare la persona soffrente cercando di alleviare il suo dolore. Sono infatti tutte frasi che hanno come comune intenzione quella di far star meglio la persona che le ascolta. Il problema però è che la persona che ascolta queste parole si trova in una situazione emotiva talmente debilitante che non può seguire i suggerimenti che gli vengono proposti.

In più l’effetto di queste parole tendono a far sentire la persona che sta soffrendo incompresa e non degna di aiuto.

Molte frasi comunemente usate cercano di distrarre la persona da quello che sente e sono tutte orientate al futuro. E’ importante invece che chi affronta il lutto riconosca quell’emozione e si immerga in essa per lasciarla sfogare. Durante questa delicatissima fase è vitale far sentire la nostra presenza e aiutare la persona ad accettare l’accaduto e le emozioni che lo accompagnano. Meglio usare parole che mostrino comprensione e che ammettano il proprio sgomento e la propria incapacità di dire qualcosa, come:

“Non so davvero cosa dire, tranne che sono con te.. non so di cosa tu avrai bisogno, ma puoi contare su di me per qualsiasi cosa…”

“Non riesco a immaginare quello che stai provando….”

“Deve essere davvero difficile accettare ciò che è successo…vorrei davvero esserti vicino in questo periodo. Se volessi sfogare ciò che senti, considerami una spalla amica”

“Deve essere tremendo. A volte certe cose ci colpiscono come fulmini a ciel sereno”

“Posso provare a capire cosa senti ma non con quanta intensità… deve essere davvero difficile..”

“Non so davvero cosa dire, tranne che sono con te.. non so di cosa tu avrai bisogno, ma puoi contare su di me per qualsiasi cosa…”

 

In alternativa, se non si sa cosa dire è sicuramente meglio stare in silenzio e far sentire la propria presenza con un abbraccio.

Se si vuole essere davvero di aiuto a chi affronta questo periodo così difficile, bisogna mostrarsi disponibili per qualsiasi necessità nel caso sia richiesto aiuto e riconoscere il dolore che la persona sente.

Limitarsi ad offrire le proprie orecchie, il proprio cuore e la propria parola bene pensata….. non serve nient’altro di più!